risotto al limone a gamberetti

Il risotto al limone e gamberetti è un primo piatto perfetto per tutte le stagioni, dal sapore delicato e dal profumo unico. Una variante ancora più sfiziosa del classico risotto al limone, che sprigiona tutta la ricchezza di questo agrume. L'unione con i gamberetti sarà un connubio perfetto, in pochi minuti otterrete un buonissimo primo piatto a base di pesce! 

INGREDIENTI

  • Riso Carnaroli 350 g
  • Succo di limone 1
  • Scorza di limone ½
  • Gamberetti sgusciati 400 g
  • Brodo vegetale 1 l
  • Burro 40 g
  • Vino bianco ½ bicchiere
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Erba cipollina q.b.
  • Olio al limone consoli q.b.

 


Procedimento:

Per preparare il risotto al limone e gamberetti come prima cosa ponete sul fuoco una pentola colma d'acqua. Non appena arriverà ad ebollizione aggiungere un pizzico di sale grosso. Tuffare i gamberetti già sgusciati  e aspettare un paio di minuti prima di scolarli. 

Trasferirli su un tagliere. Tritare grossolanamente circa la metà dei gamberi  e tenere da parte il resto per la decorazione finale.

Adesso prelevare la scorza di mezzo limone e tagliarla a coltello; in alternativa grattugiarla. Spremere il succo del limone e tenerlo da parte.

A questo punto occupatevi del riso. In un tegame versate 20 g di burro, iniziate a farlo fondere e unite il riso. Aggiungere il riso quando il burro non sarà completamente sciolto servirà a non farlo colorire troppo. Mescolate con un mestolo di legno e lasciate tostare il riso per pochi minuti. Quando sarà ben tostato sfumate con il vino bianco. 

Aggiungere il succo del limone e mescolare ancora. Aspettare pochi istanti, quindi aggiungere un mestolo di brodo. Portare quindi il riso a cottura aggiungendo altro brodo caldo al bisogno. Mescolare di tanto in tanto per non far attaccare il riso. 

Quando questo sarà arrivato a cottura aggiungere i gamberetti tagliati grossolanamente in precedenza. Unire la scorza del limone. Mescolare ancora e regolare di sale e di pepe. 

Spegnere il fuoco e unire i 20 g di burro rimasti. Mescolare dolcemente per mantecare il risotto, smuovendo delicatamente anche il tegame. Quando il risotto sarà ben mantecato potrete impiattare. Trasferirlo quindi in un piatto, decorare con i gamberetti rimasti e qualche fetta di limone. Aggiungere un pizzico di pepe nero, dell'erba cipollina tritata e servire.



Strozzapreti, gamberi, seppioline e zenzero

Gamberi, seppioline, olio allo zenzero, zucchine e pasta si uniscono per creare  un primo piatto ricco e sfizioso: perfetto per l’estate.

INGREDIENTI

  • 360 grammi  pasta di semola (di grano duro)
  • 250 grammi  gamberi
  • 250 grammi  seppioline
  • 4  pomodori ramati
  • 2  zucchine
  • 1 mazzetto  prezzemolo
  • 1 ciuffo  basilico
  • q.b.  olio allo zenzero Consoli
  • q.b.  sale
  • q.b.  pepe

 


Procedimento:

Scottare i pomodori per una decina di secondi in acqua bollente, poi spellarli, tagliarli a spicchi, eliminare i semi e ridurli in una dadolata; raccogliere in una ciotola, condire con pepe, qualche cucchiaio d'olio allo zenzero  e lasciare marinare per mezz'ora.

 

Pulire le seppioline e i gamberi (sgusciare le code, lasciandone qualcuna attaccata alla testa) e cuocerli su una piastra scanalata ben calda, poi tagliare le seppioline a striscioline. 

Sciacquare le zucchine, spuntarle, affettarle e cuocere anch'esse sulla piastra. Unire ai pomodori e seppioline, gamberi e zucchine: condire ancora con un filo di olio allo zenzero e pepe.

 

Cuocere gli strozzapreti in acqua salata, scolarli e condirli con gli ingredienti preparati che si intiepidiranno col calore della pasta.

Cospargere gli strozzapreti, gamberi, seppioline  con una manciata di prezzemolo e basilico tritati e servire.



Pasta fresca con gamberetti e arancia

La pasta con i gamberetti è un primo piatto appetitoso che associa alla dolcezza dei pomodorini e gamberetti una piacevole nota dell'olio all'arancia di Sicilia.

INGREDIENTI

  • 400 grammi di pasta fresca  
  • 200 grammi di pomodorini ciliegino
  • 50 grammi di cipolla
  • 400 grammi di gamberetti già puliti
  • 1 arancia
  • Olio all'arancia Consoli q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Prezzemolo q.b.

 


Procedimento:

Cominciamo pulendo i gamberetti. Privarli del carapace, effettuare una piccola incisione sul dorso ed eliminare anche l'intestino. Tritare la cipolla e tagliare i pomodorini a spicchi. Scaldare l'olio all'arancia in padella e rosolate la cipolla, aggiungere i pomodorini, regolare di sale e pepe, cuocere a fuoco vivace per qualche minuto.

 

In un'altra padella oliata con olio all'arancia scottare i gamberetti, regolare di sale e pepe e bagnare con il succo di 1 arancia. 

Fare cuocere la pasta fresca in abbondante acqua salata per 5 minuti circa, scolare e farli saltare in padella con il sugo per amalgamarlo bene. Servire la pasta ancora calda con del prezzemolo tritato.



SPAGHETTI VONGOLE E BASILICO

UN PRIMO PIATTO A BASE DI VONGOLE E PINOLI  ACCOMPAGNATO DAL SAPORE UNICO DELL'OLIO AL BASILICO.

INGREDIENTI

• 320 grammi  pasta di semola (di grano duro)

• 30 grammi  di formaggio grana

• 30 grammi  pinoli

• 1 kg di vongole

• 1 spicchio d'aglio

• 1 bicchiere di vino bianco

• Olio al basilico Consoli q.b.

• Sale q.b.

• Pepe nero q.b.

• Prezzemolo q.b.

 


Procedimento:

Immergere le vongole in acqua salata e lasciarle per un’ora: scolare, sciacquare e metterle in una pentola insieme  ad uno spicchio d'aglio e al vino. Cuocere a fiamma alta e non appena le vongole si aprono, scolarle e filtrare il brodo di cottura, da lasciare da parte.

 

Tritare nel mixer i pinoli, il sale, l’olio al basilico, il grana grattugiato e il pepe nero, fino ad avere un pesto omogeneo.

Prendere una padella, versare il fondo di cottura delle vongole e scaldare. Lessare la pasta in abbondante acqua salata, poi scolare al dente e mettere nella padella: aggiungere le vongole e il pesto, mescolare e poi fare riposare per qualche minuto. Servire con un po’ di prezzemolo tritato.



RAVIOLI RIPIENI DI SALMONE CON SALSA AL BASILICO

La pasta fresca è una preparazione affascinante che rimanda alle tradizioni di un tempo, quando la pasta era rigorosamente fatta in casa. Tra tutti i formati i ravioli rimangono un piatto unico per le occasioni speciali, ricchi di sapore grazie al salmone e con il gusto delicato dell’olio al basilico.

INGREDIENTI

  • 2 Uova 

  • 200 gr di Farina 00 
  • Acqua per spennellare q.b.
  • 15 gr di Semola di grano duro rimacinata (per spolverizzare il vassoio)

per il ripieno :

  •  80 gr di Salmone affumicato del pacifico
  • 150 gr di Ricotta vaccina
  • Sale fino q.b.
  • Pepe rosa q.b.

per la salsa al basilico:

  • 50 gr di Olio al basilico Consoli

  • 20 gr di Pomodori secchi sott'olio
  • 8 gr di Pinoli
  • 8 gr di Mandorle
  • Sale fino q.b.
  • 100 gr di Acqua per scaldare

Procedimento:

 

Iniziare dalla preparazione della pasta : versare la farina e le uova sbattute in una ciotola e iniziare ad impastare con le mani o se preferite con una forchetta. Amalgamate bene tutti gli ingredienti. Poi trasferire il composto su una spianatoia e continuare a lavorarlo fino a che non diventerà omogeneo. Quindi dare una forma sferica ed avvolgerlo con pellicola alimentare trasparente, avendo cura di coprire totalmente l’impasto. Lasciarlo riposare in questo modo per circa 30 minuti a temperatura ambiente in un luogo fresco ed asciutto. Mentre l’impasto riposa preparare il ripieno dei ravioli. Prendere il salmone, tagliarlo in pezzetti in maniera grossolana e trasferirlo nel mixer con la ricotta. Frullare gli ingredienti fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea che trasferirete in un recipiente. Regolare quindi il composto di sale e pepe.

 

 

Dopo aver mescolato bene gli ingredienti, trasferire il composto in una sac-à-poche e riporre in frigorifero. A questo punto procedere con la preparazione della salsa al basilico. Aggiungere olio al basilico, pomodori secchi, pinoli e mandorle in un mixer. Regolare di sale e frullare gli ingredienti fino ad ottenere una crema omogenea che terrete da parte. La pasta nel frattempo avrà riposato per cui potrete estrarla dal frigorifero e togliere la pellicola. Stenderla aiutandovi con un mattarello o l’apposita macchina per stendere la pasta, facendola passare dallo spessore più largo a quello più stretto fino ad ottenere una sfoglia con spessore di 1-2 mm. Dividerla ora in due strisce larghe ciascuna 10 cm. Riprendere la sac-à-poche e creare delle piccole porzioni di impasto ben distanziate tra loro, circa ogni 3 cm: ripetere l’operazione fino a creare due file di impasto su una sfoglia. 

A questo punto spennellare con dell’acqua la sfoglia non coperta dal ripieno e adagiare sopra ad essa la seconda in modo che combacino. Abbiate cura di eliminare eventuali bolle d’aria presenti esercitando una leggera pressione tra gli spazi del ripieno. Dopodiché con una rotella tagliapasta ritagliare i ravioli di 6 cm x 5 cm e cospargere  la farina di semola affinché non si attacchino. Riporli ora in un vassoio bucherellato per farli seccare per circa 10 minuti a temperatura ambiente. Trascorso questo tempo fare scaldare un tegame con abbondante acqua salata e lessare i ravioli: ci vorranno circa 2-3 minuti. Mentre i ravioli cuociono prendere una padella e versare la salsa al basilico che riscalderete con 100 g di acqua di cottura dei ravioli. Mescolare per favorire gli ingredienti. A questo punto i ravioli saranno cotti: aiutandovi con una schiumarola trasferirli direttamente nel tegame con la salsa al basilico. Amalgamare bene alla salsa affinché questa venga assorbita. Infine impiattare i ravioli ripieni di salmone con salsa al basilico e gustare ancora caldi!



SPAGHETTI AL PESCE SPADA CON CREMA DI MELANZANE E ARANCIA

Una semplice ricetta veloce per trasformare un piatto di pasta in una portata che ricorda i tipici sapori siciliani. Le melanzane ridotte in crema si legano con il pesce spada e l'aroma unico dell'olio all'arancia. Che con il suo delicato sapore ed il pregio di non avere lische è apprezzato da grandi e piccini.

INGREDIENTI

• 320 Grammi spaghetti

• 250 grammi  pesce spada

• 500 grammi di melanzane

• 1 spicchio d’aglio

• Olio all'arancia Consoli q.b.

• Sale, pepe q.b.

• Basilico q.b.

• Vino bianco q.b.

 


Procedimento:

Lavare e pulire le melanzane, con l’aiuto di un pela patate eliminare la buccia e tagliarle a cubetti. Cuocere le melanzane in padella con un filo d’olio a fuoco lento e quando saranno morbide aggiustare di sale e pepe e ridurre in crema con l’aiuto di un frullatore, qualche foglia di basilico, un filo d’olio all’arancia, ottenendo una crema liscia. 

 

 

Per il sugo di pesce spada fare un soffritto con l’aglio, l’olio all’arancia e saltare il pesce spada precedentemente privato della pelle e delle parti scure e tagliato a cubetti. Profumare con il basilico tritato e sfumare con del vino bianco e cuocere per circa 4-5 minuti, unire la crema di melanzane e amalgamare il tutto.

Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolare al dente e trasferire la pasta nella salsa di pesce spada.  Servire la pasta ancora calda aggiungendo un po’ di basilico spezzettato.



spaghetti salmone e pistacchio

I spaghetti al  pistacchio e salmone sono una ricetta facile per un primo piatto che si adatta perfettamente a molte occasioni, dalla cena con gli amici a un pranzo particolare. Realizzate con salmone fresco e un pesto cremoso, legano sapori delicati e più intensi in un abbinamento delizioso.

INGREDIENTI

 

  •  400 g di spaghetti
  • 300 g di filetto di salmone norvegese fresco senza pelle
  • 50 g di pistacchi
  • 70 g di pomodori secchi sott’olio scolati
  • ¼ di spicchio d’aglio
  • 50 g di basilico
  • olio al pistacchio Consoli Q.B.
  • sale Q.B.
  • pepe Q.B.

 


Procedimento:

Per cominciare preparare il pesto nel mixer raccogliere i pistacchi, i pomodori secchi, l'aglio e il basilico. Frullate il tutto, unendo l'olio al pistacchio a filo, fino a ottenere un pesto cremoso.

 

 

Lessare le linguine in acqua bollente salata. Tagliare il salmone a cubetti di circa 2 cm di lato e farli rosolare velocemente in un padella molto calda con un filo di olio al pistacchio. Salare e pepare.

Scolare la pasta ben al dente, condirla con il pesto aggiustando la consistenza con un po' di acqua di cottura che avrete tenuto da parte. Trasferire nei piatti da portata, unire il salmone e servire decorando con qualche ciuffo di basilico.



FETTUCCE GAMBERI E PEPERONCINO

Un primo piatto arricchito con gamberi e finocchietto selvatico, e dalla nota piccante del nostro olio al peperoncino!

INGREDIENTI

  • 320 grammi di fettucce
  • 1  peperoncino
  • 2 spicchio aglio
  • 1 mazzetto  finocchietto selvatico
  • 2 bicchieri martini dry
  • 400 grammi  gambero
  • 6 cucchiaio olio al peperoncino Consoli
  • Sale q.b.

Procedimento:

Sgusciare i gamberi, privandoli anche del filo nero intestinale sul dorso (usa una pinzetta per sfilarlo), lavarli e asciugarli, tamponandoli con carta da cucina. Mettere a cuocere le fettucce in abbondante acqua bollente salata. 

 

 

Nel frattempo, soffriggere l'aglio in una larga padella con l'olio al peperoncino caldo finché diventa dorato e poi eliminarlo. Unire i gamberi, farli rosolare per qualche istante, salarli e sfumarli con il Martini dry. 

Scolare le fettucce al dente, trasferirle nella padella con i gamberi, aggiungere il finocchietto e il peperoncino tagliuzzati. Mescolare e fare saltare la pasta per qualche minuto scuotendo la padella.  Aggiungere un filo di olio al peperoncino e servire!