fettuccine al tartufo

Se volete portare in tavola un piatto pregiato che sappia conquistare i palati più esigenti e deliziarli con un aroma inconfondibile, questo primo piatto fa proprio al caso vostro...e con il nostro olio aromatizzato al tartufo sarà semplicissimo da preparare!

INGREDIENTI

  • Fettuccine all'uovo 250 g
  • 1 spicchio d'aglio
  • Olio al tartufo Consoli q.b. 
  • Sale fino q.b.
  • Burro 40 g
  • Prezzemolo q.b.

 


Procedimento:

In una padella scaldare l’olio al tartufo insieme al burro e sciogliere quest’ultimo a fuoco dolce. Sbucciare lo spicchio d’aglio (eliminando il germoglio interno) e lasciarlo imbiondire nella padella con l’olio e il burro fuso per pochi minuti. Rimuoverlo con una forchetta e spegnete il fuoco. 

Lasciare insaporire il condimento a fuoco spento mescolando e nel frattempo cuocere le fettuccine all’uovo in abbondante acqua salata. 

 

 

Scolare le fettuccine al dente, trasferirle nella padella con il condimento a base di tartufo. 

Mescolare e fare saltare la pasta per qualche minuto scuotendo la padella. 

aggiungere dell’acqua di cottura della pasta.

Aggiungere un filo di olio a crudo e servi!



pappardelle ai funghi porcini e speck

Benvenuto autunno! Quale modo migliore di celebrare questa stagione ricca di colori caldi, sgargianti e sapori prelibati se non con un buon piatto di tagliatelle ai funghi porcini!

...e con il nostro olio aromatizzato ai funghi porcini sarà semplicissimo da preparare anche fuori stagione!

INGREDIENTI

  • Pappardelle all'uovo 250 g
  • Funghi porcini 500 g
  • Speck (2 fette spesse) 150 g
  • Panna fresca liquida 50 g
  • Prezzemolo da tritare q.b.
  • Aglio 1 spicchio
  • Pepe nero q.b.
  • Olio ai funghi porcini Consoli q.b.
  • Sale fino q.b.

 


Procedimento:

Iniziamo a pulire i funghi porcini, con un coltellino eliminate le parti del gambo più terrose. Se il resto del fungo è piuttosto pulito basterà utilizzare un pennello  altrimenti utilizzando un panno umido tamponate prima il gambo e poi la cappella, in modo da ripulire i funghi da tutti i residui di terra. Ripetete l'operazione per tutti i funghi porcini e teneteli da parte.

A questo punto occupatevi dello speck.

- Tagliate ciascuna fetta prima a metà per il senso della lunghezza e poi tagliando nell'altro senso ricavate delle striscioline.

- Versate l'olio ai funghi porcini in un tegame e aggiungete uno spicchio d'aglio in camicia, che avrete precedentemente schiacciato delicatamente.

- Aggiungete lo speck e lasciatelo cuocere per qualche minuto fino a che non risulterà croccante e ben dorato. 

- Tagliate i funghi porcini a fette e se dovessero risultare troppo grandi potrete dividerle a metà. Quando lo speck vi sembrerà cotto a puntino eliminate l'aglio e aggiungete i porcini in padella. 

 

 

Proseguite la cottura per 6-7 minuti e nel frattempo potrete cuocere le pappardelle in abbondante acqua bollente salata a piacere . Quando i funghi saranno leggermente appassiti aggiungete la panna e un pizzico di pepe nero. Essendo lo speck già piuttosto sapido non sarà necessario aggiungere del sale, ma regolatevi in base al vostro gusto.

- Tritate finemente il prezzemolo e scolate le pappardelle al dente. Versatele direttamente nel condimento a base di funghi, aggiungete il prezzemolo e saltatele per qualche istante.

- Aggiungere un filo di olio ai funghi di porcini mescolate e impiattate le vostre pappardelle con funghi porcini e speck e servitele ancora calde!

 



pasta al pesto di fave e mandorle

La pasta al pesto di fave e mandorle è un primo piatto delicato e saporito, con la morbidezza del pesto di fave in perfetta armonia con la croccantezza delle mandorle.

INGREDIENTI

  • 350 g Pasta
  • 250 g. Fave fresche
  • 40 g. Mandorle tostate
  • qb Mandorle a lamelle
  • qb Pecorino
  • qb Pepe
  • qb Sale
  • qb Olio aromatizzato alla mandorla Consoli

 


Procedimento:

Sgusciate e lavate accuratamente le fave. Fatele cuocere in abbondante acqua salata fino a farle ammorbidire. Non gettate via l'acqua: vi servirà per cuocere la pasta.

Lasciate da parte qualche fava per l'impiattamento. Frullate con l'aiuto di un mixer le fave cotte e le mandorle tostate. Aggiungete il pecorino. il pepe e l'olio aromatizzato alle mandorle a filo. Se serve, aggiungete un pizzico di sale.

Prendete della pancetta a cubetti e fatela soffriggere per un paio di minuti in una padella antiaderente.

 

Fate cuocere la pasta e scolatela al dente. Fatela saltare in padella insieme al pesto e, se serve, con 2 cucchiai di acqua di cottura per amalgamare bene il tutto. Impiattate con qualche fava fresca e le mandorle e lamelle.

 



RISOTTO CON SALSICCIA E FINOCCHIETTO SELVATICO

Un primo piatto semplice e veloce, ma molto gustoso grazie alla salsiccia e all’olio al finocchietto selvatico.

INGREDIENTI

 

·  320 g di riso
·  300 gr di Salsiccia
·  Brodo vegetale (carote, sedano, cipolla, pomodoro, pepe nero, sale)  q.b.
·  1 bustina di Zafferano
·  ½ bicchiere di vino bianco
·  1 cipolla
·  Pepe nero q.b.
·  Olio al finocchietto selvatico Consoli q.b.
·  Grana q.b. 

 

 

 


Procedimento:

Iniziamo a preparare il brodo vegetale, tagliando in modo grossolano( carote, sedano, cipolla, pomodoro) e versare in una pentola piena d’acqua (1,5 lt circa) e aggiustare di sale e pepe nero. Lasciarlo bollire e dopo abbassare la fiamma e lasciar scaldare per 1 ora circa. 

 

Tritare la cipolla finemente. Eliminiamo il budello e schiacciare la carne. Mettere sul fuoco una pentola e versare l’olio al finocchietto selvatico q.b. Lasciare scaldare qualche istante prima di aggiungere la cipolla. Fare insaporire a fiamma medio bassa, basteranno pochi minuti. Dopo aggiungere la salsiccia e lasciarla rosolare per 4-5 minuti, mescolando spesso. 

Aggiungere il riso e farlo tostare e insaporire mescolando e poi sfumare con il vino bianco. Non appena l’alcol sarà evaporato cominciare la cottura del riso bagnandolo con il brodo caldo: versarlo a mestolate di tanto in tanto. Quindi aggiungerlo non appena la mestolata precedentemente è stata assorbita. Poi versare lo zafferano e mescolare per amalgamarlo. Quando il riso è pronto togliere dal fuoco e mantecare aggiungendo il Parmigiano.

 



RISOTTO speck e mela

Una preparazione molto delicata, un abbinamento insolito, dove la dolcezza dell’olio alla mela viene esaltata dal sapore deciso dello Speck.

INGREDIENTI

  • 320 gr di Riso 
  • 120 gr di Speck
  • 1 cipolla 
  • Brodo vegetale (sedano carote, cipolla e pomodoro, sale e pepe) q.b.
  • 100 gr di Vino bianco 
  • Olio alla mela Consoli q.b. Burro
  • Grana q.b. 
  • Pepe nero q.b.
  • ½ Limone

 

 


Procedimento:

Per prima cosa preparare il brodo vegetale, tagliando in modo grossolano( carote, sedano, cipolla, pomodoro) e versare in una pentola piena d’acqua (1,5 lt circa) e aggiustare di sale e pepe nero. Lasciarlo bollire e dopo abbassare la fiamma e lasciar scaldare per 1 ora circa. Poi tagliare delle fette di speck spesse un paio di cm, eliminare la cotenna, e contro fibra ricavate prima dei bastoncini e in ultimo dei cubetti.

Tritare finemente la cipolla. In una pentola aggiungere l’olio alla mela e versare anche la cipolla. Lasciare appassire leggermente la cipolla, mescolare spesso ci vorranno circa 5 minuti (potete bagnare con un mestolo di brodo caldo). Dopo di che versare il riso all'interno.

Tostatelo per pochi minuti, sempre mescolando, poi sfumare con il vino bianco. Aspettate che l'alcol sia completamente evaporato e iniziate a bagnare il riso con il brodo caldo e continuando a farlo solo al bisogno. In un altro tegame ben caldo versate un filo d'olio alle mela. Aggiungete lo speck, saltarlo a fiamma alta e rosolare. Non appena il riso sarà cotto spegnere il fuoco e aggiungere il grana e il pepe nero spolverizzandolo su tutta la superficie. Coprire con un coperchio, aspettare 1 minuto e servire.

 



RISOTTO CON ZENZERO E ZUCCA

INGREDIENTI

  • 320 gr di Riso 
  • 600 gr di Zucca
  • 100 gr di Cipolle
  • 1,5 lt di Brodo vegetale (carote, sedano, cipolla e pomodoro)
  • Grana q.b.
  • 60 ml di Vino bianco
  • 50 gr di Burro
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.
  • 20 ml di Olio allo zenzero Consoli

 


Procedimento:

Per prima cosa preparare il brodo vegetale, tagliando in modo grossolano( carote, sedano, cipolla, pomodoro) e versare in una pentola piena d’acqua (1,5 lt circa) e aggiustare di sale e pepe nero. Lasciarlo bollire e dopo abbassare la fiamma e lasciar scaldare per 1 ora circa. Filtrare il brodo e tenerlo in caldo. Pulire la zucca, tagliarla a fettine e da esse ricavare dei piccoli dadini. Tritare finemente la cipolla e ponendola in una pentola larga in cui avrete fatto scaldare l’olio allo zenzero. Lasciare soffriggere la cipolla a fuoco dolcissimo per circa 5 minuti. Aggiungere la zucca e rosolarla per alcuni minuti, mescolando per non farla attaccare.

Aggiungere un mestolo di brodo, e aggiungetene altro, poco a poco fino a portare a cottura la zucca (circa 20 minuti): dovrà risultare ben tenera e cremosa. A parte, scaldare una larga pentola e mettere il riso per farlo tostare a fuoco alto fino a renderlo opalescente, girandolo spesso per non farlo scottare. Ci vorranno 2-3 minuti. Sfumare quindi con il vino bianco e mescolare immediatamente per non far attaccare. Appena il vino sarà completamente evaporato versare il riso nel tegame con la zucca. Mescolare bene per amalgamare i sapori ed impedire al riso di attaccarsi.

Appena il risotto comincia ad asciugarsi, aggiungere un mestolo di brodo ben caldo, e proseguire via via aggiungendo il successivo solo quando il precedente sarà stato assorbito, fino al raggiungimento del giusto grado di cottura. Ci vorranno 15-20 minuti a seconda del riso utilizzato. Verso fine cottura regolate di pepe e di sale. Infine, a fuoco spento, mantecate con il burro e il grana.